Norme costruttive per un campo da tennis in terra rossa battuta

Particolare attenzione deve essere prestata alla scelta dei terreni dove costruire i campi da tennis, evitando quelle aree vicino a fiumi, canali ed ove ci sia possibilità di smottamento.

Le operazioni principali da svolgere per l’ esecuzione di un campo da tennis sono:

1)    Per formare il cassonetto da riempire di ghiaia, scavare il terreno per una profondità di almeno 40 cm. Creare le pendenze su tutti gli strati di materiali per avere una maggiore uniformità di drenaggio. Nelle regioni umide per ottenere un miglior deflusso dello scolo delle acque piovane, si consiglia la costruzione del campo sopraelevato rispetto al piano di campagna. Nei casi in cui il terreno di base risultasse impermeabile, è indispensabile costruire una rete di tubature drenanti per la raccolta dell’acqua.

2)    Costruzione di un muretto perimetrale in calcestruzzo armato di cm. 15/25 di sezione con bordi superiori arrotondati, che verrà posato su adeguata fondazione di calcestruzzo magro. Sul  muretto  perimetrale  bisogna  prevedere  l’ancoraggio  dei  pali  della  recinzione metallica, predisponendo dei fori ad intervalli uguali; per il deflusso dell’acqua di superficie è necessario creare delle asole nel muretto ad intervalli regolari.

3)    Costruzione dei pozzetti di scolo all’interno del perimetro, uno per ogni angolo del campo e due in mezzeria del lato maggiore.

4)    Messa in opera, su fondazione di calcestruzzo di cm. 60x50x40 di paletti tendirete in ferro con cremagliera in ottone, facendoli sporgere cm. 106 dal terreno di gioco e ubicandoli a cm. 91,5 all’esterno delle linee laterali di delimitazione del campo.

5)    Costruzione del vespaio di pietrisco ø mm 40-70 per uno strato di cm. 20/30 di altezza, rullato e ben costipato con compressore pesante.

6)    Otturazione del vespaio con pietrisco spezzato Ø mm 3-15 per una altezza di cm. 5. Rullatura con compressore da 10/15 q.li senza vibratore.

7)    Posare una tubatura di ferro zincato per l’installazione di un idrante di diametro non inferiore a mm. 25 ubicato, preferibilmente adiacente al muretto perimetrale in mezzeria del lato maggiore.

8)   Stendere il Macinato Drenante  sopra al ghiaietto per uno strato di 4 cm (ql. 320).

Bagnatura abbondante e rullatura in più riprese con rullo di circa 4/5 q.li senza vibratore.

9)    Stendere il Sottomanto  per uno spessore di 4 cm. (ql. 330).

Per effettuare la stesura procedere con i riferimenti dei livelli, tirare con stagge il Sottomanto asciutto per lo spessore che é stato deciso (evitare di stendere in più strati). A stesura ultimata, bagnare abbondantemente a pioggia dall’ alto in modo uniforme e costante tutto il materiale steso, iniziando da una parte e  completando l’ area del campo, fino a quando l’ acqua non ha filtrato tutto lo spessore e raggiunto il drenaggio sottostante. Questa operazione, se ben eseguita, determina già una buona tenuta e compattezza del prodotto. Si procederà alla rullatura con la superficie ancora umida (che non intacchi più il rullo, senza vibratore, che non deve superare il peso di 5 q.li) e si effettuerà questa operazione più volte (3/4 riprese o più) per ogni lato riprendendo ogni voltà metà della rullata fatta precedentemente.

10) Formazione dello strato di Manto (ql. 15) spargendolo uniformemente e passandolo poi con una stuoia.

11) Posa delle linee segnacampo.

 

Contatti

Volete informazioni sui nostri corsi di avviamento, pre-perfezionamento, perfezionamento, rivolti sia agli adulti che ai bambini e sulle lezioni private, oppure, volete rivolgerci qualsiasi quesito ?

Compilate il form qui sotto con i vostri dati e il nostro staff provvederà a contattarvi al più presto.

Ci trovate in:

Via Apollo Pizio, 12

00194 Roma (RM)

Tel: 347 614 6686